Conto telematico dell’assicurato presso l’Istituto di previdenza sociale

Conto telematico dell’assicurato presso l’Istituto di previdenza sociale

L’Istituto di previdenza sociale prosegue con la semplificazione della comunicazione con i clienti e ha presentato il c.d. Conto telematico dell’assicurato. Attinge dall’originaria applicazione del Conto individuale dell’assicurato, il quale era però stato interessato da una significativa modernizzazione. L’Istituto promette quindi una piattaforma elettronica più intuitiva e più accogliente, un accesso immediato alle informazioni, il prospetto online sull’assicurazione previdenziale, la possibilità di riscontro attraverso moduli di contatto e dunque anche un risparmio di tempo.

Con questi benefici l’assicurato ottiene per esempio:

  • l’evidenza dei periodi assicurati, la possibilità di verificare i singoli periodi assicurati (malattia, vecchiaia, disoccupazione) ed il loro prospetto nei sistemi dell’Istituto di previdenza sociale;
  • le informazioni sul diritto alle indennità ed altresì i documenti per il calcolo dell’importo delle indennità dell’assicurazione previdenziale (per esempio, malattia, maternità, assistenza famigliare, disoccupazione, pensione di vecchiaia, prepensionamento, pensione di invalidità),
  • il controllo dell’evidenza dei periodi di vita durante i quali l’assicurato non versa i contributi previdenziali, ad esempio di maternità, di assistenza famigliare.

A differenza del conto originario, nella nuova piattaforma l’assicurato troverà aggiunge le funzionalità:

  • partecipazione al II. pilastro – l’informazione sulla conclusione di un contratto di risparmio di pensione di vecchiaia e sulla sua iscrizione nel registro dei contratti di risparmio di pensione di vecchiaia,
  • prospetto ordinato dei contributi (aggiornato online),
  • prospetto dei periodi in cui non si versano i contributi e quando i contributi sono sospesi, insieme al motivo della sospensione (aggiornato online) – l’assicurato ottiene l’evidenza dei periodi durante i quali non era obbligato a versare i contributi previdenziali o aveva sospeso l’obbligo di versare i contributi previdenziali. Nella tabella ordinata è indicato anche il motivo fondante l’esclusione dell’obbligo di versare i contributi (per esempio, di maternità, di assistenza famigliare, di inabilità temporanea al lavoro, periodo di sostegno prorogato per la fruizione dell’indennità di malattia).

Per ottenere l’accesso al Conto telematico dell’assicurato è necessaria una visita personale ad una filiale dell’Istituto di previdenza sociale. Per risparmiare tempo è possibile stampare e compilare previamente da casa il modulo prestampato (Accordo di utilizzo dei servizi telematici dell’Istituto di previdenza sociale per gli assicurati). Il cliente avrà conseguentemente a disposizione il Conto telematico dell’assicurato in qualsiasi momento tramite la password e l’applicazione mobile o attraverso la carta d’identità.

You May Also Like