Il piano di aiuto alle aziende al tempo della crisi energetica

Il piano di aiuto alle aziende al tempo della crisi energetica

Il Governo slovacco ha presentato uno schema con il quale sarà in grado di indennizzare già quest’anno le aziende per i prezzi elevati dell’energia.

Si propone di limitare i prezzi del gas e dell’elettricità per tutti i tipi di attività, mentre le attività più energivore saranno valutate individualmente. Dipenderà dal prezzo al quale l’azienda acquista l’energia. Il prezzo della componente materia energia elettrica per gli imprenditori sarà limitato a 199 euro (IVA esclusa) al MWh. Per il gas l’importo sarà di 99 euro (IVA esclusa) al MWh. In caso di superamento del tetto massimo del prezzo, lo Stato rimborserà alle imprese l’80% delle spese eccedenti l’importo di 199 euro, ovvero di 99 euro. Pertanto, gli imprenditori che hanno acquistato elettricità a 199 euro al MWh non saranno rimborsati dallo Stato. Ma se il loro acquisto di elettricità fosse per esempio costato 500 euro, riceveranno 240 euro dallo Stato (80% della differenza, cioè su 301 euro) ed il conto dell’azienda sarà in quel sarà di 260 euro. Lo stesso principio di calcolo si applica sia ai prezzi dell’elettricità che del gas.

Il suddetto tetto massimo di prezzo dovrebbe applicarsi dal 1/1/2023 al 31/3/2023 ed è legato all’approvazione del bilancio dello Stato. Ed esso non è stato ancora approvato.

Tuttavia, gli imprenditori possono chiedere aiuto già quest’anno per settembre e ottobre 2022. Si tratta, per analogia, dei casi in cui quegli imprenditori che hanno acquistato elettricità per più di 199 euro al MWh possono chiedere allo Stato l’indennizzo dei costi eccedenti per l’importo dell’80%.

Con la riforma della legge sul bilancio statale del 14/10/2022 è stato innalzato il budget statale nel capitolo del Ministero dell’economia della Repubblica slovacca per l’importo di 900.000.000 di euro per aiuti alle aziende. Non è per il momento tuttavia chiaro quando ed in che modo gli imprenditori potranno richiedere gli aiuti per le energie. Il nostro studio legale a questo riguardo dialoga con il Ministero degli investimenti, dello sviluppo regionale e dell’informatizzazione.

You May Also Like