Il raggiungimento dei 65 anni come motivo di licenziamento – sospensione dell’efficacia

Il raggiungimento dei 65 anni come motivo di licenziamento – sospensione dell’efficacia

In data 1/1/2022 sarebbe dovuta entrare in vigore una significativa modifica al Codice del lavoro che avrebbe permesso al datore di lavoro di intimare il licenziamento al dipendente, qualora il dipendente avesse compiuto 65 anni di età e contestualmente avesse maturato il diritto alla pensione di vecchiaia. Tuttavia, nel dicembre scorso la Corte costituzionale della Repubblica slovacca ha sospeso l’efficacia di tale disposizione e deciderà successivamente se è conforme alla Costituzione della Repubblica slovacca.

You May Also Like